Marmi levigati bianchi: resistenza, durevolezza e grande impatto estetico

By 20 Settembre 2019Marmi
Marmi levigati bianchi

Tra i materiali di origine naturale più nobili e pregiati impiegati in edilizia, i marmi levigati bianchi conferiscono agli ambienti un tocco di eleganza ed ineguagliabile raffinatezza.

Dalle qualità uniche donate dalla natura, i marmi levigati bianchi sono adatti a realizzazioni sia interne che esterne, grazie alla loro straordinaria durezza e resistenza. La costante cromia del marmo bianco, unitamente alla sua purezza, lucentezza e struttura, dona agli ambienti un aspetto etereo di difficile paragone.

Freddo al tatto sì, ma in grado di comunicare emozioni profonde, il marmo bianco sa trasformarsi in vere e proprie opere d’arte. Molto richiesti in ambienti lussuosi e di rappresentanza, come hall e lobby di boutique hotel, gallerie d’arte, luxury retail store e ville d’epoca, i marmi levigati bianchi garantiscono una maggiore resistenza al calpestio, alle abrasioni, all’usura ed ai graffi rispetto ai tradizionali marmi lucidi. Il loro impiego è, pertanto, adatto a superfici sottoposte a forti sollecitazioni nonché alla realizzazione di top per cucina, scale, rivestimenti verticali di pareti, boiserie ed eleganti tavoli da pranzo.

Con un piano di lavoro in marmo bianco il locale cucina assumerà un aspetto più raffinato, ricordando, al contempo, la solennità dei capolavori di artisti ed architetti del passato. Dalla colorazione pura, il marmo bianco levigato dà luce anche alle superfici della stanza da bagno.

I marmi levigati bianchi si inseriscono alla perfezione negli ambienti dallo stile moderno, glamour e minimal, magari in abbinamento a materiali innovativi come l’acciaio, il vetro e la pietra serena.

Che cos’è la levigatura

Una vera e propria arte, la levigatura del marmo è un’operazione che prevede la rimozione dello strato più superficiale della pavimentazione, al fine di rimuovere segni, graffi ed aloni lasciati da vecchie cere applicate, ottenendo un ripristino totale dell’originario splendore del marmo.

Con la levigatura si ottiene una superficie uniforme, integra, sobria ed elegante, non eccessivamente lucida, satinata al tatto e del tutto priva di rilievi o sporgenze.

La levigatura del marmo, effettuata con macchinari all’avanguardia, le levigatrici con dischi diamantati con grana sottile, che si muovono ad alta velocità, è un procedimento composto da cinque diverse fasi, quali:

  • lavaggio con detergenti specifici diluiti in acqua calda;
  • stuccatura, per colmare eventuali fessure ed imperfezioni provocate sulla superficie da graffi ed usura;
  • spianatura, per eliminare eventuali dislivelli;
  • levigatura, con rimozione dello strato superficiale e ripristino della perfetta planarità della superficie;
  • lucidatura, con ripristino della lucentezza del marmo.

Pulizia e manutenzione dei marmi levigati bianchi

I pavimenti in marmo bianco levigato e sottoposto a lucidatura professionale non necessitano di una particolare manutenzione. Per pulire un pavimento in marmo levigato si consiglia di procedere semplicemente con:

  • rimozione di polvere, detriti e residui;
  • lavaggio con acqua e detergente delicato;
  • asciugatura con panni appositi;
  • lucidatura.

Per rimuovere polvere, briciole, impurità o quant’altro dalle superfici potete utilizzare indifferentemente una scopa, un panno antistatico, un aspirapolvere manuale dotato di spazzole morbide, un panno di lana o un robot aspirapolvere specificatamente ideato per i pavimenti in marmo. Abbiate cura di raggiungere anche gli angoli ed i punti difficili, per eliminare polvere e detriti. La spolveratura è un’operazione da effettuare frequentemente, all’occorrenza anche ogni giorno.

La rimozione di macchie ed aloni avviene con il lavaggio vero e proprio, da eseguire almeno una volta alla settimana con un panno morbido in microfibra adeguatamente strizzato, previamente immerso in un secchio contenente acqua tiepida ed un paio di tappi di detergente specifico per la pulizia di pavimenti in marmo, che ritardi il più possibile il processo di opacizzazione. Passate più volte il panno umido in modo uniforme sulle superfici, evitando di strofinare eccessivamente. Se il pavimento è esposto quotidianamente ad un forte calpestio, è consigliabile procedere con la pulizia più frequentemente.

Al termine delle operazioni di pulizia, asciugate le superfici con un panno morbido, asciutto e pulito. Si consiglia, nel contempo, di areare i locali e lasciare porte e finestre aperte almeno per una mezzora, anche in inverno, per velocizzare il processo di asciugatura ed eliminare l’umidità.

Lucidatura

Ogniqualvolta il marmo appaia opaco, spento e leggermente ingiallito, si consiglia di passare la lucidatrice con spazzole agganciate a dischi rotanti, per ridonare brillantezza al pavimento.

Detergente fai da te per marmi levigati bianchi

Se preferite evitare di utilizzare detergenti chimici, il bicarbonato di sodio è un ottimo rimedio per detergere e sgrassare il marmo con dolcezza. Trattandosi di un prodotto ad uso alimentare, alcalino e delicatamente abrasivo, il bicarbonato non lascia residui nocivi sulle superfici ed è, pertanto, l’ideale per la pulizia dei piani in marmo e dei pavimenti del locale cucina.

Per realizzare il vostro detergente fai da te per il marmo vi occorrono:

  • 3 litri di acqua calda;
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio;
  • 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia in scaglie.

Versate l’acqua calda in un recipiente ed aggiungete il bicarbonato e le scaglie di sapone di Marsiglia. Mescolate energicamente per un paio di minuti, in modo che gli ingredienti si sciolgano e si amalgamino. Immergete un panno in microfibra nella soluzione ottenuta e lasciatelo in ammollo per un paio di minuti. Prelevate il panno, strizzatelo con cura e passatelo sul marmo con ampi movimenti circolari.

Pavimenti in marmo bianco: DOs e DON’Ts

I marmi levigati bianchi, benché più resistenti e durevoli dei tradizionali marmi lucidi, sono piuttosto porosi e tendono a macchiarsi piuttosto facilmente. Si consiglia, pertanto, di pulire il marmo con frequenza, utilizzando unicamente panni morbidi, per evitare graffi e striature.

Per evitare la formazione di macchie ed antiestetici aloni, asciugate immediatamente con un panno o uno straccio pulito eventuali gocce e schizzi caduti accidentalmente sulle superfici, specialmente se si tratta di sostanze acidi, come aceto, pomodoro, succo di limone e di arancia, sostanze oleose o fortemente coloranti, come vino, tè, caffè, succo di frutta, curry e curcuma.

Da evitare:

  • prodotti anticalcare;
  • detergenti abrasivi per la sua pulizia;
  • candeggina, che tende ad opacizzare le superfici;
  • detersivi particolarmente schiumosi;
  • prodotti aggressivi;
  • mocio, che rischia di lasciare aloni e danneggiare le superfici.
  • spazzole o spugne con setole in nylon abrasive.

Desiderate realizzare eleganti pavimenti con marmi levigati bianchi? Cliccate qui per richiedere un preventivo.

TOP